PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

I moschettieri di Parigi

locandina1993

 

Parigi nella sua storia ha superato molte epoche che l’anno resa famosa nel mondo, come la città durante gli anni ’20, celebrata nel film Midnight in Paris del 2011, o l’atmosfera artistica della Bohème francese. Nessuno può dimenticare l’età dei celebri moschettieri: abili spadaccini, uomini d’onore, che diedero la loro vita per il bene della nazione. Il nome deriva dall’arma che veniva utilizzata, chiamata appunto moschetto, che era uno strumento a fuoco precedente al fucile e con una canna più corta.

Questo corpo di combattenti, esistito davvero, venne creato nel lontano 1622, quando il re di Francia Luigi XIII munì il suo reparto speciale di questa particolare arma. I soldati divennero così i Moschettieri della Guardia.

Il romanzo di Alexandre Dumas padre

Da non confondere con il figlio omonimo, autore anch’egli di opere meritevoli come La Signora delle Camelie, il padre Alexandre Dumas è l’artefice di grandi capolavori come Il Conte di Montecristo, Il Tulipano Nero, e I tre moschettieri (1844), diventato una vera e propria icona.

Les trois mousquetaires è un romanzo storico ambientato nella Francia del XVII secolo, in particolare a Parigi, sede del corpo militare e narra le vicende del giovane D’Artagnan che paradossalmente non è uno dei tre personaggi di cui parla il titolo. I famosi combattenti sono infatti Athos, il serio tenebroso e affidabile, Porthos, il più impetuoso e Aramis, il poetico uomo di fede, ai quali si aggiunge il quarto personaggio che funge da protagonista della vicenda.

Sembra che la figura principale sia stata ispirata da un moschettiere realmente esistito dal nome “Charles de Batz de Castelmore d’Artagnan”, che pare essere stato un militare dal forte senso del dovere e dell’onore.

I tre moschettieri (1993)

bbc serieUna delle più divertenti trasposizioni è sicuramente quella prodotta dalla Walt Disney Pictures, dove il personaggio di Porthos, interpretato da Oliver Platt, risulta davvero esilarante.

Nel film vi sono diverse differenze rispetto al romanzo, ma si può comunque dire che il lungometraggio riesce a catturare lo spettatore con l’azione e una buona percentuale di avventura e risate.

Sia Athos che Aramis hanno facce familiari, infatti l’attore che interpreta il primo è di fatto il figlio del pluripremiato Donald Sutherland, mentre il secondo è Charlie Sheen, figlio di Martin Shenn, protagonista di Apocalipse Now.

I tre moschettieri (2011)

Oltre al remake del 2004 che comprende tra gli attori anche Gérard Depardieu, nel 2011 viene ripresentata sul grande schermo la stessa storia dei celebri moschettieri con attori più freschi e conosciuti dai giovani come Orlando Bloom nelle vesti del Duca di Buckingham, il Mr. Darcy di Orgoglio e Pregiudizio nei panni di Athos e infine l’allora diciannovenne Logan Lerman, nel ruolo del protagonista.

Il film risulta essere più fantastico rispetto alle versioni precedenti e forse il 3D ha dettato delle decisioni scenografiche studiate appositamente per sbalordire il pubblico mancando così in spessore. Grande spettacolo per gli occhi ma probabilmente meno entusiasmante per gli appassionati della celebre storia.

The Musketeers (2014)

film 2011Lo sviluppo più recente è sicuramente la serie televisiva, che conta già ben due stagioni, prodotta dalla BBC e trasmessa sul canale BBC One dal 2014 intitolata appunto The Musketeers. A febbraio 2015 è stato annunciato il rinnovo per una terza stagione, che probabilmente verrà messa in onda a gennaio 2016 in Gran Bretagna.

La serie è davvero travolgente e nonostante sia un racconto ben noto a molti, continua a mostrarsi in forme diverse, riuscendo comunque ad incuriosire per le sue nuove realizzazioni.

Nel cast spicca Peter Capaldi, la star di Doctor Who nel ruolo del Cardinale Richelieu e Luke Pasqualino, un giovane attore britannico di origini italiane, che interpreta proprio D’Artagnan.

In conclusione, Parigi in tutte le epoche è stata capace di creare dei miti che ancora oggi sono permeati e cristallizzati nelle nostre menti, come i Moschettieri. Questa è solo una delle tante ragioni per visitare questa splendida capitale che è stata teatro di rivoluzioni e di invenzioni, di esposizioni universali, di distruzione, ma soprattutto di rinascita ed è per questo che ancora oggi è un luogo speciale da inserire nella lista di mete da raggiungere.

Per maggiori informazioni sulla Parigi natalizia, tra un mercatino e l’altro, cliccare QUI.

The following two tabs change content below.

Cecilia Aicardi

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.