PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Storia di Monaco

La storia della città si fa iniziare con il 1158, data in cui il duca di Sassonia Enrico il Leone vi installò un accampamento militare battezzandolo Munichen. Dopo circa un cinquantennio, il piccolo accampamento divenne una città fortificata, per il cui controllo il duca ed il vescovo entrarono in conflitto. Dopo la Dieta di Augusta, per ordine di Federico il Barbarossa Monaco divenne il centro del Ducato di Baviera, dove da Otto von Wittelsbach sarebbe iniziata la secolare dominazione della celebre dinastia bavarese, terminata solo nel 1918.
Durante il XVII secolo la città fu sottomessa agli Asburgo per qualche tempo, ma si trattò di una breve parentesi. Nel 1806 Monaco divenne capitale del nuovo Regno di Baviera e furono costruiti molti dei palazzi istituzionali che ancora oggi possiamo vedervi.

Dopo il primo conflitto mondiale, la città fu interessata da inquietudini sociali e politiche e in seguito divenne un centro operativo del nazismo, dal quale Hitler e i suoi seguaci tentarono, agli inizi, di rovesciare la Repubblica di Weimer. La rivolta fallì e costò al fanatico stratega l’arresto e la messa al bando del neonato partito nazista, ancora sconosciuto all’epoca fuori Monaco. Nonostante ciò, pochi anni dopo la città divenne una roccaforte nazista, chiamata capitale del movimento”. Per questa ragione, Monaco  venne pesantemente danneggiata dai bombardamenti alleati, anche se fortunatamente fu ricostruita con un meticoloso lavoro tendente a restituire la stessa fisionomia a strade e palazzi rispetto alla situazione pre-bellica.

Nella storia recente la città ha raggiunto livelli notevoli di sviluppo economico, politico e culturale ed ha ospitato numerosi eventi sportivi di portata mondiale, come le Olimpiadi del 1972 e i Mondiali di calcio del 1974 e del 2006.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.