PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Cosa vedere a Monaco

monaco_panorama

Monaco è il capoluogo della stato federale tedesco della Baviera e con i suoi circa 1,3 milioni di abitanti è la terza città tedesca dopo Berlino e Amburgo. E’ caratterizzata da quel particolare fascino romantico che solo una città sede per secoli di una casata reale sa offrire. Sul piano artistico culturale non ha nulla da invidiare, grazie agli oltre 30 musei, i 2 castelli, i numerosi monumenti, l’infinità di birrerie di tutti i tipi, gli ambienti raffinati, come l’opera e i lussuosi negozi in Maximilianstraße, e la ben più popolare Festa della birra. Insomma, a Monaco non è davvero possibile annoiarsi o restare insoddisfatti!

Luoghi da Visitare a Monaco

Tra i luoghi del centro storico più importanti da visitare a Monaco c’è Marienplatz, la piazza principale della città, in cui si trovano il palazzo del Municipio e la Frauenkirche.

Frauenkirche

La Frauenkirche è nota anche come Cattedrale di Nostra Signora ed è appunto la cattedrale di Monaco di Baviera, sede dell’arcivescovo di Monaco e Frisinga. La sua costruzione fu commissionata dal re Sigismondo di Baviera tra il 1468 ed il 1488. Sorta dove precedentemente era costruita una basilica romanica, l’imponente struttura in mattoni è uno dei più belli esempi di gotico cittadino che, con I due campanili gemelli alti quasi cento metri, domina nettamente il tessuto urbano. Le cupole che sormontano i campanili, a forma di cipolla e realizzate in ottone, vennero ultimate solo nel 1525. All’interno della chiesa sono conservati molti importanti reperti di grande valore storico-artistico: il monumento funebre di Ludovico il Bavaro, sculture e quadri dal XIV fino al XVIII secolo, l’Altare di Memminger, la statua a grandezza naturale di San Giorgio sopra il portale di nordovest, infine in una capella laterale le reliquie del Santo patrono di Monaco S. Benno. Una curiosità: all’ingresso della chiesa si trova la cosiddetta Teufelstritt o impronta del diavolo. La leggenda racconta che il diavolo sarebbe entrato nella chiesa per ridicolizzarla, poiché mancava di finestre e, in effetti, guardando verso l’altare, le colonne delle navate nascondono alla vista qualsiasi finestra.

Neues Rathaus – Municipio Nuovo

Il  Neues Rathaus (il Municipio Nuovo) fu realizzato nel XIX secolo in stile neogotico, in particolare esso rimanda al gotico olandese. La struttura è molto ampia, all’interno formata da sei cortili, e presenta una facciata riccamente decorata con riferimenti alla storia bavarese. Il Municipio è famoso soprattutto per la sua torre, sormontata da una statua in bronzo del Münchner Kindl (Bambinello di Monaco), simbolo della città, e dal bellissimo orologio dotato di uno dei più grandi carillon del mondo, il Glockenspiel. Con le 43 campane e le 32 statue, è il quarto al mondo per dimensioni e riveste un fondamentale ruolo turistico, poiché offre ogni giorno uno spettacolo eccezionale. Infatti, da più di un secolo le statue dell’orologio allo scoccare delle ore si mettono letteralmente a ballare. Ogni giorno dalle 11 alle 12 si assiste alla “Danza dei bottai”, una rappresentazione che ogni anno viene messa in scena anche per le strade della città e che commemora la scampata epidemia di peste del 1515-17. Alla fine di questa rappresentazione, un gallo dorato apre le ali, mentre un meccanismo a soffietto ne riproduce il canto. Il meccanismo del carrillon funziona tramite rulli intercambiabili, a ciascuno dei quali corrisponde una melodia di accompagnamento. Pertanto ogni mese, al cambio del rullo, cambia la melodia! Nelle ore serali invece, dalle nicchie situate al settimo piano della torre, compaiono le figure di un alfiere con corno, che benedice il Münchner Kindl, e di un angelo della pace che lo accompagna a letto. Questa seconda rappresentazione è chiamata “Il Bambinello di Monaco viene portato a letto”.

Hofbräuhaus

Senza allontanarsi tanto da Marienplatz si incontra la Hofbräuhaus, la più famosa birreria di Monaco e del mondo! Ogni giorno sui tavoli in legno delle sue sale vengono consumati circa 10.000 litri di birra, serviti nel celebre boccale da un litro, il Maß, con l’accompagnamento di rigorosa musica bavarese.

A proposito di birra, come dimenticare poi l’Oktoberfest, l’evento che ha reso Monaco famosa in tutto il mondo per la più importante festa della birra esistente. Ogni anno dalla fine di settembre l’Oktoberfest richiama in città migliaia di turisti da tutto il mondo!
La Residenza di Monaco di Baviera per secoli ha rappresentato il fulcro politico e culturale prima del ducato, poi del principato e, infine, del regno bavarese. Essa svolgeva la duplice funzione di reggia e di sede del governo e, pertanto, fu inscindibilmente legata alla dinastia dei Wittelsbach. La Residenza era inoltre il luogo in cui i regnanti conservavano le loro collezioni d’arte e il tesoro della casata. Essa subì sistemazioni ed ampliamenti a seconda del volere dei singoli re, che per l’occasione incaricavano rinomati artisti. Al suo interno, perciò, si trovano opere e monumenti notevoli, come il Teatro Cuvilliés, costruito tra 1751 e 1755, che rappresenta un capolavoro dell’architettura teatrale di corte in stile Rococò.

Castello di Nymphenburg

Il Castello di Nymphenburg, ovvero il Castello della Ninfa, è uno splendido palazzo barocco. Era la residenza estiva dei re bavaresi ed oggi, insieme al suo parco, è uno dei più celebri monumenti di Monaco di Baviera. La grandiosità delle pareti barocche (ampie circa 700 metri) è pari solo alla bellezza degli affreschi contenuti all’interno, in sale come la Saal Steinerner (Sala di Pietra), una delle più spettacolari. Il parco di 200 ettari che lo circonda, che in età barocca era un giardino all’italiana, all’inizio del XIX secolo venne trasformato nell’attuale Giardino Inglese, tuttora il polmone verde di Monaco, addirittura di dimensioni maggiori a quelle di Central Park e, probabilmente, uno dei più grandi parchi della città intera.

Tra le aree verdi di Monaco non va dimenticato però anche l’Olympiagelände, il bellissimo Parco Olimpico dove si tennero i giochi olimpici nel 1972.

Castello di Schleißheim

schleissheim_monacoIl complesso del castello di Schleißheim a nord di Monaco è costituito da tre castelli: il Vecchio, il Nuovo, ed il castello di Lustheim. Oggi nel castello è ospitata una galleria di dipinti barocchi appartenenti alla raccolta dello Stato bavarese, una delle cosiddette gallerie secondarie rispetto alla Alte Pinakothek di Monaco, anche se la qualità delle opere esposte, specialmente dopo l’ultimo allestimento del 2001, è molto alta.

Infine, va ricordato anche che vicino a Monaco si trova il campo di concentramento di Dachau.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.