PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Storia di Colmar

Colmar nasce come antica città libera del Sacro Romano Impero. Era un territorio di proprietà di Carlo Magno, che qui vi allevava le colombe, da cui deriverebbe il nome latino originario di Colombarium.
Inizialmente un piccolo e mite villaggio, col tempo e con l’arrivo di numerosi artigiani e operai, esso si trasformò in un borgo che nel Medioevo si arricchì grazie al commercio del vino.

Nel 1648 divenne francese, in seguito al Trattato di Westfalia.

Dopo l’annessione all’Impero tedesco (1871), divenne il capoluogo del distretto dell’Alta Alsazia, fino alla firma del Trattato di Versailles, che nel 1919 mise fine alla Prima Guerra mondiale.

Dopo essere tornata francese, nel 1940 ci fu l’annessione al Terzo Reich dell’intera Alsazia. Dopo la fine della Seconda Guerra mondiale, Colmar fu l’ultima città alsaziana ad essere liberata dall’occupazione tedesca.

Questo costante passaggio da Francia a Germania e viceversa è stato motivo di spostamenti, divisioni talvolta dolorose per la popolazione, ma al tempo stesso giustifica la fruttifera “contaminazione” che la cultura, alsaziana in genere e di Colmar nello specifico, dimostrano tuttora di avere.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.