PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Musei a Budapest

Il Museo delle Belle Arti è un sontuoso edificio neoclassico affacciato su Piazza degli Eroi. Soprattutto per gli appassionati d’arte, è una tappa imperdibile nel tour cittadino, poiché espone tutte le principali opere europee, dall’antichità ai giorni nostri, presenti in Ungheria. La base della collezione è costituita dalla donazione dell’arcivescovo di Eger, Pyrker, nonché dalla ricca Pinacoteca degli Esterházy, che fu acquistata dallo Stato negli anni ’70. Oltre a bellissime ed importanti sculture egizie, greche e romane, all’interno del museo è presente anche una ricca raccolta italiana, che offre una sintesi delle scuole di pittura tra i secoli XII-XVIII, tra cui alcuni capolavori di Tiziano, Tintoretto e Raffaello. Nella collezione d’arte moderna si trovano opere di Rembrandt, Gauguin, El Greco e Velàzquez.

La Galleria Nazionale Ungherese (Nemzeti Galéria), situata nel complesso del Castello di Buda, ospita le migliori opere del Paese, dall’arte medievale a quella rinascimentale, da quella barocca a quella gotica, fino alle opere dei giorni nostri. Tra gli artisti locali più famosi si ricordano Pál Szinyei-Merse, Mihály Munkácsy e László Paál. All’interno della Galleria è presente anche la biblioteca più grande del paese, la Biblioteca Nazionale Széchenyi.

Il Museo della Storia di Budapest (Budapesti Történeti Múzeum), anche detto Museo del Castello, si trova anch’esso nel Palazzo Reale di Buda. Esso è costituito dalla collezione delle scoperte archeologiche di Budapest e presenta lo sviluppo dell’agglomerato cittadino dall’epoca romana fino al secolo XIII. Una delle sezioni più affascinanti è quella medievale, dove si trovano oggetti della vita quotidiana in stato originale, sigilli, armi, lapidi e statue gotiche.

Anche il Museo d’Arte Contemporanea (Kortárs Mûvészetek Múzeuma) si trova nel Castello di Buda. Al suo interno è ospitata la raccolta contemporanea dei collezionisti di Colonia, Irene e Peter Ludwig, che offre una sintesi degli ultimi cinquant’anni di arte universale e degli ultimi dieci anni di arte contemporanea ungherese.

Il Museo Nazionale Ungherese è nato nel 1802 dalla collezione di medaglie, libri e manuali del conte Ferenc Széchenyi che, dal 1846, è ospitata nell’attuale edificio classicheggiante, opera di Mihály Pollack. Oggi questa collezione si è parecchio ingrandita, arrivando a contenere più di un milione di oggetti di valore artistico. Al suo interno si svolgono anche esposizioni permanenti, come quella sulla storia d’Ungheria dalla fondazione dello Stato fino al 1990, come il Lapidario, che espone pietre dall’epoca romana, e come quella che sfoggia i gioielli dell’incoronazione ed il manto reale.

Il Museo Ebraico, dallo stile simile alla splendida Sinagoga di via Dohány, è uno dei più singolari d’Europa e possiede una collezione ebraica di valore imparagonabile. Al suo interno si trovano esposizioni permanenti di oggetti di culto e di vita quotidiana ebraica, nonché memorie dell’Olocausto ungherese.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.