PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Storia di Basilea

La città si è sviluppata da un insediamento di epoca imperiale romana, Augusta Raurica (oggi Augst), fondato nel 44 a.C. e, forse, preceduto da un insediamento celtico.
Dal 740 Basilea divenne sede vescovile e dal 999 fu governata da principi-vescovi.
La posizione favorevole della città, situata sulle sponde del Reno, è stata sempre motivo di grande floridità economico-commerciale e di importanza politica, anche perché Basilea è stata per molti secoli l’unica città, tra il lago di Costanza e il mare, a possedere un ponte sul Reno. Il primo ponte fu fatto costruire nel 1226 dal vescovo Enrico di Thun, che fondò anche la testa di ponte Kleinbasel (piccola Basilea) a protezione dell’opera.
Nel 1356 gran parte della città andò distrutta in seguito ad un terremoto. Questo evento stimolò il trasferimento delle corti nobiliari, che in alternativa alla ricostruzione dei castelli optarono per lo stanziamento all’interno delle mura cittadine, fornendo in cambio protezione alla città.
Nel 1459 papa Pio II riconobbe l’istituzione dell’Università di Basilea, la più antica della Svizzera, nella quale insegnarono tra l’altro studiosi del calibro di Erasmo da Rotterdam e Paracelso.
Negli stessi anni, alcuni apprendisti di Gutemberg introdussero in città la stampa a caratteri mobili, utili ad esempio allo stampatore Johann Froben per pubblicare le opere di Erasmo, e all’antichissima società editrice Schwabe, fondata da Johannes Petri nel 1488 e tuttora in attività a Basilea.
Il progresso culturale di quegli anni contribuì a rendere Basilea un centro culturale di importanza europea, che nel 1501 abbandonò il Sacro Romano Impero ed entrò a far parte della Confederazione svizzera.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.