PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Musei ad Amsterdam

I musei rappresentano una delle principali attrazioni turistiche della città.
La scelta è davvero ampia, con più di 50 musei che ogni anno attraggono milioni di visitatori ed accontentano i più svariati interessi. Accanto ai capolavori del Secolo d’Oro e dell’arte moderna e contemporanea, si trovano infatti cinema, teatro, fotografia, storia e musei tipicamente Olandesi, come l’Houseboat Museum.

Con i suoi 200 dipinti e 550 fra disegni e acquerelli, il Van Gogh Museum rappresenta una delle più grandi collezioni mondiali dedicate al pittore olandese. Ospita anche oggetti personali e lettere scritte al fratello Theo, oltre alla collezione privata di Theo stesso. La collezione permanente, disposta su tre piani, permette di seguire l’evoluzione artistica di Van Gogh e di comparare il lavoro del pittore con altri artisti del XIX secolo. Il museo è formato da due edifici: la struttura principale progettata dall’architetto Gerrit Rietveld e aperta nel 1973, e la sala esposizioni di Kisho Kurokawa, finita nel 1999. Anche molti altri architetti hanno contribuito al completamento della struttura.

Il Rijksmuseum (Museo Nazionale) è il più grande museo d’Olanda, con più di un milione di visitatori all’anno. Offre un’estesa panoramica sull’arte olandese, dalle prime pale medievali al rigoglioso Secolo d’Oro, con i capolavori del XVII secolo di maestri quali Rembrandt e la sua Scuola, Vermeer, Frans Hals e Jan Steen. Il museo fu fondato nel 1809 da Luigi Napoleone, ma dopo appena pochi anni dalla sua apertura, vista già la vastità della collezione, fu trasferito nel palazzo settecentesco Trippenhuis. In seguito (1877-1885) si decise la costruzione di una sede espositiva adeguata in Stadhouderskade, progettata da P.J.H. Cuypers: l’imponente palazzo neorinascimentale che è diventato la sede permanente del Museo.

Lo Stedelijk Museum aprì nel 1895, ma solo dal 1970 divenne esclusivamente Museo di Arte Moderna. E’ il più importante museo di arte moderna e contemporanea di Amsterdam, con opere che vanno dal 1850 ai giorni nostri.

La Casa di Anne Frank è l’edificio in cui, per piú di due anni, Anna Frank e la sua famiglia si nascosero per sfuggire alla deportazione. Si trova in Prinsengracht 263 ed é museo sin dal 1960. L’edificio ospitava anche l’attivitá commerciale del padre di Anne, Otto Frank, il cui personale aiutava i rifugiati provvedendo a cibo e notizie dall’esterno. Il rifugio era celato da una libreria semovibile costruita appositamente, ma il 4 agosto 1944 venne scoperto e gli occupanti furono deportati in differenti campi di concentramento: solo Otto Frank sopravvisse agli orrori della Guerra. Il Museo mostra le stanza vuote, ma l’atmosfera é rimasta invariata: citazioni dal diario, documenti storici, filmati dell’epoca, fotografie e oggetti personali aiutano il visitatore a capire gli eventi avvenuti in questa casa. Ovviamente anche il diario originale di Anne Frank é in mostra.

Il Rembrandthuis Museum è la casa  in cui il pittore visse dal 1639 al 1659. Oggi è un museo che raccoglie, oltre ad oggetti personali, un’ampia collezione di acqueforti del maestro e dipinti di artisti che lo ispirarono. Gli interni della casa sono stati ricostruiti e arredati nello stile dell’epoca. La regina Wilhelmina aprì ufficialmente il Museo nel 1911, su suggerimento del pittore Jan Veth, con lo scopo di esibire le acqueforti che il maestro creò proprio durante la permanenza in questa dimora. La collezione si arricchì negli anni acquisendo, attraverso aste e donazioni, anche altri capolavori. La collezione attuale esibisce 260 lavori del Maestro. Un’ala dell’edificio è anche adibita a mostre temporanee riguardanti artisti del passato e del presente che sono stati influenzati da Rembrandt.

Dopo una stretta collaborazione nell’organizzazione di mostre con la Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova), nel 2004 finalmente aprì la sede di Amsterdam dell’Hermitage di San Pietroburgo.
L’edificio che lo ospita, Neerlandia, rappresentava solo la prima fase del progetto, completato nel 2007, fino a raggiungere uno spazio espositivo di 4000 mq.

L’Amsterdams Historisch Museum (Museo Storico) è ubicato nell’edificio un tempo appartenuto al convento di St. Luciene e divenuto in seguito un orfanatrofio. I locali del museo si aprono su spaziosi cortili ed ospitano una collezione permanente che mostra le varie fasi dello sviluppo cittadino.

Progettato da Renzo Piano, NEMO è l’imponente edificio a forma di nave, poco distante dalla Stazione Centrale, che ospita il più grande e futuristico Museo di Scienza e Tecnologia d’Olanda. Ciò lo rende tra l’altro particolarmente adatto ai bambini, aiutati nell’apprendimento dal percorso interattivo del museo.

Madame Tussaud
Il famoso museo delle cere ha dal 1991 una sede anche ad Amsterdam. Accanto a personaggi famosi del presente e del passato, è possibile ripercorrere la storia di Amsterdam, scattando foto davvero invidiabili!

Uno dei musei più oroginali di Amsterdam è il Katten Kabinet, ovvero il Museo del gatto.
E’ situato in una splendida dimora storica del XVII secolo nel cuore di Amsterdam, e caratterizzato da una mostra permanente su due piani, che ci parla dei gatti nel corso dei secoli attraverso dipinti (presenti alcune opere di famosi artisti quali Steinlen e Picasso) ed oggetti d’arte. Il museo è dedicato J.P. Morgan (famoso ne è il ritratto), il gatto del fondatore del museo!

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.