PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Cosa vedere ad Amburgo

Amburgo-panoramaAmburgo è la seconda città della Germania dopo Berlino e negli ultimi anni sta diventando sempre più una meta turistica primaria sia per il turismo nazionale, sia per quello internazionale.

Tra la stazione centrale e Gänsemarkt, l’antico mercato delle oche, si trova il centro storico di Amburgo. Esso è la parte più antica di Amburgo e comprende edifici come la Chilehaus, creazione dell’arte espressionista, e il quartiere degli uffici, noto come Kontorhaus. In alcuni punti si respira ancora l’atmosfera di una volta, ad esempio sulla strada conosciuta come “Cremon”, dove in passato i palazzi residenziali erano adibiti anche a magazzini e per questo erano dotati di un’uscita sia verso i canali, sia verso la strada.

Municipio di Amburgo

Nel 1842 il Municipio di Amburgo venne distrutto completamente da un incendio. Il consiglio comunale si trasferì provvisoriamente in un nuovo edificio dove continuò a riunirsi per ben 55 anni. Il nuovo Municipio venne inaugurato nel 1897 e disponeva di 647 stanze, sostenuto da oltre 4000 piloni in legno di quercia.  Questo edificio non rispetta il sobrio stile anseatico: si presenta, infatti, con un facciata riccamente decorata sulla quale sono scolpite venti statue di antichi imperatori.
L’edificio che ospita la Borsa di Amburgo, la più antica di questo genere in Germania, è addossato al Municipio ed è possibile visitarlo.

Le Chiese di Amburgo

La magnifica chiesa di St. Petri, che si trova nella zona commerciale racchiusa dalla Mönckebergstraße, venne fondata nel XII secolo e venne ricostruita dopo il grande incendio che colpì la città nel 1842.
Da non perdere nella chiesa di St. Jacobi sono l’organo costruito da Arp Schnitger e il mosaico realizzato su progetto di Oskar Kokoschka per l’altare della chiesa di St. Nicolai all’Hopfenmarkt, distrutta nel corso della Seconda Guerra mondiale. Le rovine di St. Nicolai con l’antico campanile sono state conservate come monito. Di sera è possibile godere di una splendida vista sulla città dalle guglie della chiesa che è considerata simbolo di Amburgo, St. Michaelis o il Michel. Costruita tra il 1751 e il 1762, essa non solo è la costruzione più significativa in stile barocco della città, ma è dotata anche del più grande campanile con orologio della Germania, con quadranti che superano i 24 metri. Il campanile raggiunge un’altezza di 132 metri ed è dotato di una piattaforma panoramica da cui è possibile ammirare il porto e la città.

Il Porto di Amburgo

Il porto di Amburgo è senza dubbio una tappa da non mancare. Con quasi 13.000 navi provenienti da tutto il mondo ogni anno, esso è il secondo porto in ordine di grandezza d’Europa. E’ questa sorta di città nella città che è valso ad Amburgo l’appellativo di Porta d’Europa. Tra le zone del porto da non dimenticare c’è la centenaria Speicherstadt, il più grande complesso di magazzini di deposito merci esistente al mondo. Qui sono conservate merci preziose come caffè, thè, cacao, spezie, tabacco, computer e vi si trova il più grande magazzino di tappeti orientali del mondo. Le mura massicce della Speicherstadt servono a preservare questi ed altri tesori: scorci idilliaci dei canali, lo stile gotico delle strutture di mattoni, bizzarri frontoni e torrette… tutto diventa ancora più romantico al crepuscolo quando la Speicherstadt è illuminata.

Il Lago di Alster

Il lago Alster è situato nel cuore verde della città di Amburgo ed è un vero e proprio paradiso per chi ama rilassarsi in barca. Nel XIII secolo le acque del piccolo fiume Alster e dei suoi minuscoli affluenti vennero sbarrate da una diga e si formò così questo lago, che rappresenta oggi un punto d’incontro per il relax e il jogging. Non solo, ma può rappresentare anche un ottimo luogo per fare shopping! In effetti, sulle sue sponde passa la Jungfernstieg, una delle vie più amate per passeggiare e fare shopping fra grandi magazzini e raffinati negozi.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.