PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

Il lago di Braies: un gioiello naturale a pochi passi da Brunico

Panorama del Lago di Braies

 

Che sia estate o inverno il Trentino Alto Adige è un capolavoro naturalistico del territorio italiano. Brunico si trova in provincia di Bolzano e la sua posizione strategica lo rende il principale centro urbano della Val Pusteria. Brunico è una città vivace, ricca di botteghe e mercati, ma famosa anche per le innumerevoli attività e sport che è possibile praticare. Qui si nasconde anche uno dei gioielli del paesaggio naturalistico italiano: il lago di Braies.

Nei dintorni di Brunico, nella Val Pusteria, la natura regala dei panorami mozzafiato, che si colorano in base alle stagioni. Il famoso lago di Braies che sia inverno – quando è internamente ghiacciato – o estate – quando risplendono le sue acque cristalline – è uno specchio d’acqua incorniciato dalle Alpi ed un luogo che è davvero impossibile non vedere, almeno una volta nella la vita.

Il lago di Braies si trova immerso nel Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies, all’interno di una valle laterale alle Val Pusteria, la Valle di Braies. Sorge a 1.496 metri sul livello del mare, ai piedi della Croda del Becco, nelle Dolomiti orientali. La sua origine è differente rispetto ad altri laghi, infatti si è generato in seguito alla frana staccatasi dal Sasso del Signore che, scendendo a valle, sbarrò il rio Braies creando questo bacino naturale di una bellezza incantevole.

La leggenda sul lago di Braies

Lago di BraiesSi tramanda che, prima che si formasse il lago, le montagne di Braies erano ricche di oro e pietre preziose. Qui vivevano alcuni selvaggi, che passavano le loro giornate alla ricerca di questi preziosi materiali. I pastori provenienti dalla valle decisero di far pascolare su queste montagne le loro mandie, allora i selvaggi presero l’abitudine di regalare loro alcuni di questi oggetti come segno di pace. I pastori, estasiati dall’oro e dalle pietre preziose, diventarono avidi e provarono più volte di rubarli. I selvaggi allora, si videro costretti ad aprire alcuni fonti sotterranee che – secondo la leggenda – avrebbero dato vita al lago di Braies. Qui i selvaggi seppellirono i loro tesori e divisero l’accesso alle loro montagne dalle vallate da cui provenivano i pastori.

Le due sponde del lago di Braies

Il lago di Braies caratterizzato dalle sue acque turchine e dalle leggere sfumature verde smeraldo, ha una posizione idilliaca, proprio infondo alla Valle di Braies. Qui tutto l’anno si susseguono sportivi di ogni genere: escursionisti, ciclisti e scalatori, ma anche amanti della natura che desiderano dedicare un momento al proprio relax di fronte ad un panorama decisamente imperdibile.

Sulla sponda occidentale del lago sorge una piccola chiesetta dedicata alla Madonna. Si tratta di una cappella dedicata alla Divina Madre Dolorosa ed appartiene all’hotel lago di Braies, che la costruì come cappella privata della famiglia Hellensteiner. Nata sotto richiesta della madre dell’albergatore, come posto per far pregare i clienti dell’albero, oggi è un luogo di culto per gli alpinisti.

La cappella deve la sua importanza anche all’arciduca Francesco Ferdinando, erede del trono austro-ungarico, che si ritirava qui per pregare durante l’estate del 1910.

Paesaggio del Lago di BraiesLa sponda occidentale del lago è piuttosto larga e protetta da alcuni parapetti di legno che rendono ancor più suggestivo il panorama. La sponda sotto la catena della Corda del Becco, invece, è quella più lontana dall’accesso stradale e quindi quella più tranquilla e meno affollata. Con qualche minuto di camminata è possibile ritagliarsi uno spazio di relax e potersi immergere pienamente nella natura ammirarando il panorama che questo territorio ha da offrire.

A differenza delle altre, la sponda orientale è quella più selvaggia. Qui sorge un sentiero scavato nella roccia delle montagne e salendo sulle scalinate in legno il panorama sullo specchio d’acqua delle Dolomiti è molto affascinante, coronato dalla presenza di piccole barche che galleggiano sulle acque verde smeraldo del lago di Braies.

The following two tabs change content below.

Giovanna Stelitano

Laureata in Comunicazione e Marketing, estremamente precisa ed attenta ai dettagli. Scrivo della mia passione: il mondo! Per questo non perdo occasione, appena possibile, di evadere dalla routine e scoprirne le meraviglie. E allora mai dimenticare: widen your world.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.