PRENOTA CON 10€Blocca la prenotazione con 10€ e saldi prima della partenza

La magia del Natale a Zurigo

Natale a Zurigo

 

Tra i primi posti come città più vivibile al mondo, Zurigo conta più di 50 tra musei, teatri e sale concerto, ma anche chiese, piazze e strade che compongono la bellezza architettonica della città.

Durante il periodo natalizio lasciati affascinare dai mercatini di Natale a Zurigo, le luci colorate che decorano le strade e le piazze e al mix di tradizioni che raccoglie dai Paesi vicini: Germania, Austria, Italia e Francia.

Natale a Zurigo: cosa vedere in città

Se state pensando visitare Zurigo ma non sapete cosa aspettarvi dalla città, ecco alcune delle principali attrazioni da non perdere.

Natale a Zurigo- GrossmünsterPartendo dalle chiese, il Grossmünster è l’antico duomo della città dedicato ai santi patroni. Costruito tra il 1100 e il 1260, oggi è il simbolo di Zurigo grazie alle sue due torri gotiche che culminano con due cupole barocche.

In origine le torri erano completamente in stile gotico ma nel ‘700 crollarono e quando vennero ricostruite vi fu una trasformazione di stile in barocco-neogotico che risulta in quello che si vede oggi. La struttura dell’edificio è a tre navate con tribuna realizzata in pietra arenaria, tra il XII e il XIII secolo venne rinnovata la navata mentre le torri vennero trasformate in stile gotico tra il 1487 e il 1492.

Altra chiesa importante è la Fraumünster, posta sulla riva sinistra del fiume Limmat che divide il centro storico. Ciò che caratterizza questo edificio è il campanile della torre che nel 700 fu rialzata e decorata in stile barocco, mentre l’intero complesso fu trasformato dall’originale costruzione carolingia allo stile gotico.

Anche la Wasserkirche, che si trova lungo il fiume, è una di quelle chiese da visitare durante il Natale a Zurigo. La traduzione letterale del nome è chiesa dell’acqua in quanto una volta era situata su di un’isola, fino a quando nel 1839 fu costruito il bacino del Limmat. Le sue origini risalgono al X secolo ma lo stile attuale è nel tardo gotico del XV secolo. Nel 1634 divenne la prima biblioteca pubblica della città.

Nel centro storico si può fare una sosta sulla collina di Lindenhof, oggi una delle piazze più famose di Zurigo. Qui sorgeva il castello romanico che serviva a protezione dalle invasioni degli Alemanni. In questo stesso punto il nipote di Carlo Magno, Ludovico il Germanico fece costruire una residenza. Oggi rimangono le rovine a testimonianza del passato storico che ebbe questa collina, mentre a decorare la piazza vi sono tavoli in pietra e molti alberi dove i zurighesi amano fermarsi e rilassarsi, magari mentre si sfidano a una partita a scacchi.

Augustinergasse è una stradina medievale molto caratteristica. Deve il suo nome all’Abbazia Augustiner, oggi conosciuta col nome Augustinerkirche. La strada è delimitata a nord da Münzplatz verso Münsterhof. La caratteristica principale sono le finestre degli edifici che non sono allineate al muro, ma seguono un percorso ad arco orizzontale. Queste finestre sono definite bovindi, dall’inglese bow window che letteralmente significa finestra ad arco.

Bahnhofstrasse, la via dello shopping, costruita dopo la realizzazione della Stazione Centrale, nello stesso punto dove 150 anni prima vi era il fossato che proteggeva Zurigo dai suoi nemici. Lunga 1,4 km collega la stazione al Lago, ed è ricca di negozi, boutique e gioiellerie dei marchi più famosi al mondo da Apple a Bulgari, Dior, Prada e tanti altri.

Concediti poi una passeggiata lungo il lago, che è magico durante il Natale a Zurigo. Lungo circa 42 km e largo poco più di 4 km, è sicuramente un must see per i turisti che vogliono rilassarsi facendo una passeggiata e stando a contatto con la natura.

Per quanto riguarda i musei, Zurigo ne è piena, ce ne sono così tanti che è difficile scegliere da dove iniziare e sicuramente un weekend non basta per visitarli tutti. Qui sotto vi segnalo alcuni dei principali musei.

Il Kunsthaus Zürich, museo dell’Arte di Zurigo, è il più visitato della Svizzera. Inaugurato nel 1910, ospita un’importante collezione di opere di Munch, Giacometti, Manet, J.W. William Turner, Monet, Delacroix, Van Gogh e altri grandi artisti del passato.

FraumünsterMuseum für Gestaltung, il museo del Design, ospita quattro collezioni principali di opere: poster, grafica, design e arti applicate. Il museo si divide in tre location:
– Museum für Gestaltung in Ausstellungsstrasse 60, vicino alla stazione centrale, attualmente è chiuso per rinnovamenti e riaprirà come uno spazio espositivo nel 2018.
– Museum für Gestaltung – Schaudepot presenta esibizioni temporanee delle 4 collezioni principali. L’edificio si trova in Pfingstweidstrasse 96 nel Toni-Areal.
– Museum Bellerive, situato sulle rive del lago di Zurigo e ospita la collezione delle arti applicate.

Stiftung Sammlung E.G. Bührle o Sammlung Bührle, ospita una svariata collezione di opere di Cézanne, Manet, Gauguin, Monet, Degas, Picasso, Van Gogh e Renoir. Questa collezione fu messa insieme da Emil Georg Bührle, da cui prende il nome il museo.

Nel Shedhalle Rote Fabrik si producevano seta e tessuti in origine, oggi è la sede di un centro culturale d’arte contemporanea sperimentale.

Natale a Zurigo: i mercatini e le tradizioni di Natale

Mercatini di Natale a ZurigoTra i vari mercatini il più grande e più famoso è quello nel piazzale coperto della stazione centrale. Conta più di 150 bancarelle che offrono al turista una vasta scelta di articoli regalo, prodotti gastronomici e artigianali. La meraviglia del mercato è però l’albero di Natale, alto 15 metri e decorato con più di 6000 ornamenti in cristallo Swarovski.

Verso il centro città si trova il mercato di Natale più antico, dove ogni anno artigiani da tutto il mondo vendono i loro prodotti.

Tra i vari eventi di questo periodo vi sono le danze del Kaiser Ball presso la Kongresshaus, il Zürcher Samichlaus Schwimmen ovvero la nuotata tradizionale nel freddo fiume Limmat, la maratona di Natale e la Lichterschwimmen, migliaia di piccole candele che galleggiano lungo il Limmat.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.