Musei a Helsinki

Helsinki è sede di numerosi musei e gallerie di valore nazionale ed internazionale.

Musei d’arte

Uno dei più conosciuti e visitati è il Museo Nazionale della Finlandia (Kansallismuseo), situato nella zona nord della città, il quartiere di Töölö, a pochi passi dal Finlandia Talo. Al suo interno il museo racchiude tutta la storia e la cultura del Paese, suddivisa in varie esposizioni che guidano il visitatore lungo un viaggio dalla preistoria ai giorni nostri. L’edificio che ospita il museo è stato disegnato dagli architetti Herman Gesellius, Armas Lindgren e Eliel Saarinen e sulla porta d’ingresso porta ancora i segni dei proiettili sparati durante la guerra civile.
Al centro di Helsinki, poco distante dalla stazione centrale, si trova il Museo di Arte Contemporanea Kiasma, il più giovane tra i musei di Helsinki. Aperto nel 1998, l’innovativo spazio espositivo di questo museo si propone di rendere l’arte contemporanea alla portata di tutti. La sua “politica” consiste nell’ospitare mostre con una rotazione di circa 6 mesi fra un’esposizione e la successiva, selezionando solo le opere d’arte degli ultimi 40 anni e di artisti emergenti del panorama finlandese ed internazionale. Di particolare interesse è l’edificio stesso del Kiasma, con la sua forma suggestiva che unisce abilmente vetri e metalli: una costruzione che non passa certo inosservata! In effetti, appena costruito, il museo fu subito criticato da una parte degli abitanti della città, proprio per l’eccessivo contrasto della sua struttura avvenieristica (progetto dell’architetto americano Steven Holl) con  la vicina statua equestre del maresciallo Mannerheim. Ad ogni modo, il museo è uno dei più visitati dai turisti ed è un vanto per la città, dal momento che ospita attualmente una collezione di ben 9000 opere.

Nel Museo d’Arte Ateneum è esposta la più grande mostra di classici della pittura finlandese. Ma, in un arco temporale che va dal 1750 al 1960, vi si trovano anche capolavori di altri maestri europei, come Van Gogh, Gauguin, Cézanne, Léger, Munch e Chagall. Alla fine del 2009 il museo ha ospitato anche una popolarissima mostra dedicata a Picasso, con opere provenienti dal museo di Picasso a Parigi. L’Ateneum, inaugurato nel 1887, è stato realizzato dall’architetto Theodor Höijer.

Il Museo del Design è il quarto museo finlandese in ordine di visitatori annuali. Esso ripercorre la storia del design finlandese a partire dagli ultimi anni del XIX secolo fino ai giorni nostri, presentando circa 75.000 pezzi d’arredo, una collezione che comprende sia oggetti di designer finlandesi, sia di designer internazionali.

Aperta nel 1882 nei pressi del Parco di Kaivopuisto, la Cygnaeus è la galleria più antica della Finlandia. Al suo interno si trovano più di 450 opere tra pitture, sculture e schizzi, per lo più di artisti finlandesi.

Al Museo d’Arte Sinebrychoffla si trova la collezione d’arte appartenuta alla dinastia dei Sinebrychoff, una famiglia russa che in passato era proprietaria del palazzo del museo e della celebre birreria Koff. I giardini intorno al museo costituiscono il Parco di Sinebrychoff, detto anche Parco Koff proprio dal nome della birra.

Musei storici

A due passi dalla Piazza del Senato e dal Duomo si trova il Museo della città di Helsinki. Questo museo comunale ricostruisce la storia dei quasi 500 anni della città, dalla dominazione svedese alla dominazione russa, fino ai giorni nostri.
Il Museo di Storia Naturale, chiuso al pubblico per diversi anni per restauro, ha riaperto le sue porte completamente rinnovato. Le collezioni, spaziando dalla botanica alla zoologia, geologia e paleontologia, vengono utilizzate anche a scopo di ricerca dall’Università di Helsinki. La gigantesca alce di fronte al museo ne è forse il simbolo più conosciuto.
L’isola di Suomenlinna, per la sua importante funzione militare svolta tra il periodo di dominazione svedese e russo, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il Museo di Suomenlinna racconta la storia dell’isola dal XVII secolo ai giorni nostri, esponendo attrezzature belliche, munizioni e   missili che sono stati ritrovati sull’isola. Non molto lontano dal museo è esposto anche un sottomarino militare usato durante la Seconda Guerra Mondiale. Visibili in mare sono le tracce di una grossa catena che veniva tirata da terra per impedire il passaggio delle navi nemiche.
Oltre ad essere nota per l’abbondanza di amichevoli scoiattoli, l’isola di Seurasaari rappresenta nel suo complesso un affascinante museo a cielo aperto.
Il Museo all’aperto di Seurasaari raccoglie oltre 90 abitazioni e capanni, provenienti da ogni parte della Finlandia e risalenti ai secoli dal XVIII al XX, con lo scopo di ricreare una sorta di villaggio finlandese tradizionale.