Mercatini di Natale in Finlandia « Mercatini di Natale

Mercatini di Natale in Finlandia

Mercatini di Natale in FinlandiaQuando si pensa alla Finlandia l’associazione alla Lapponia è quasi sempre immediata, a maggior ragione a Natale, quando Finlandia vuol dire soprattutto Terra di Santa Claus, di elfi e di renne! Chi non ha desiderato almeno una volta di poter visitare i luoghi che hanno riempito le fantasie della nostra infanzia, quando immaginavamo l’amato vecchietto seduto davanti ad un caminetto intento a leggere le nostre letterine o gli industriosi folletti affrettarsi a costruire i nostri giocattoli preferiti?

Clicca qui per scoprire i viaggi disponibili per i Mercatini di Natale    

Se ancora oggi questi dolci ricordi ci fanno sorridere di tenerezza e nostalgia, beh, non c’è occasione migliore che raggiungere la Finlandia nei giorni dell’Avvento! Solo a quel punto capiremo che i classici paesaggi finora solo sognati sono una realtà anche più stupefacente della fantasia, immersi come sono nello splendore della festa più magica del mondo e per di più nella sua ideale “madrepatria”!

In una terra che già di suo sembra essere uscita da un libro di fiabe, i Mercatini di Natale rappresentano la vera e propria “ciliegina sulla torta” e concorrono in massima parte a creare questa magica atmosfera.

I Mercatini più conosciuti del Paese sono quelli della capitale Helsinki, che ne ospita almeno quattro. Dal 7 al 22 dicembre si tiene il Mercatino di Natale più pittoresco della città, nello splendido viale alberato dell’Esplanadi, mentre dal 2 al 6 dicembre presso il Vecchio Porto soggiorna un Mercatino davvero particolare, detto delle Donne, poiché vende esclusivamente manufatti realizzati dalle donne locali. Presso la Vecchia Casa degli Studenti invece vengono organizzate due fiere: una è il Vecchio Bazar cittadino, il Mercatino natalizio più vasto di Helsinki, che resta aperto dal 12 al 22 dicembre, l’altra è il Mercatino di Natale Etico, ecologico ed equo-solidale, che resta aperto solo per il 5 di dicembre.

A 50 km a est di Helsinki, nel sud della Finlandia, si trova Porvoo, nota località estiva, in grado però di offrire, sotto le feste di Natale, tutta una serie di interessanti attività. Il suo punto di forza sono le pittoresche abitazioni in legno, segno dell’antichità della sua storia, che ricoperte di neve fanno da cornice perfetta ad un suggestivo Mercatino di Natale.

Ma il vero cuore del Natale in Finlandia è Turku, storica capitale e città più antica del Paese. In effetti, fu fondata dagli svedesi nel XIII secolo ed è stata capitale fino al 1812, quando la Finlandia ha smesso di essere parte del regno di Svezia. Oggi Turku è ufficialmente considerata la città del Natale della Finlandia (Joulukaupunki), sede di un importante Mercatino nell’ultimo weekend di novembre e nei primi tre di dicembre. Il fulcro della fiera natalizia è la vecchia grande piazza di Turku (Vanhan Suurtorin Joulumarkkinat), sulla quale si affaccia anche la cattedrale. Davanti a questo meraviglioso edificio, decine di bancarelle animano con luci e colori il perenne candore del paesaggio circostante, accogliendo i visitatori con i loro bellissimi oggetti fatti a mano dagli artigiani finlandesi, le decorazioni, i pupazzi, le candele e, naturalmente, la fornitissa gastronomia, con i tipici cibi del Natale finlandese e l’immancabile pesce affumicato. Il Natale di Turku non è però rappresentato solo dal Mercatino e, anzi, fino al 13 gennaio tantissime sono le manifestazioni organizzate. Tra queste, uno speciale programma per bambini fatto di giochi e spettacoli d’intrattenimento, concerti di Natale e mostre tematiche. Davvero imperdibili sono la visita al Castello di Turku, in cui si possono persino vedere gli elfi, oppure una passeggiata lungo le meravigliose e silenziose rive del fiume Aura.

E per finire, ma forse bisognerebbe iniziare proprio da qui, c’è Rovaniemi, capitale della Lapponia, conosciuta come la dimora di Babbo Natale. 66° 30′ di latitudine nord, il Circolo Polare Artico a un passo: questa città è la versione reale dei paesaggi ideali del Natale, immersa nella natura del selvaggio nord, tra boschi e pascoli ricoperti di neve 180 giorni l’anno, con il cielo illuminato dalla meravigliosa aurora boreale! Non c’è dubbio, a Rovaniemi l’atmosfera del Natale si respira tutto l’anno, ma nei giorni dell’Avvento si fa ancora più intensa, anche grazie alla presenza del villaggio e del parco giochi dedicati a Babbo Natale. Quest’anno la cerimonia d’apertura del Natale di Rovaniemi (Rovaniemen Joulunavaus) si tiene il 27 novembre in Piazza Lordin, in pieno centro storico, sede fino al 9 gennaio del Mercatino di Natale cittadino (Joulumarkkinat Lordin aukiolla). Il centro storico di Rovaniemi non è però l’unico punto di riferimento per chi ami il Natale ed i Mercatini. Con l’inizio dell’Avvento, infatti, viene anche aperto il Villaggio di Babbo Natale (Joulunavaus Joulupukin Pajakylässä), situato a soli 6 km dalla città. Si tratta di un centro espositivo interamente dedicato al Natale e alla tradizione di Santa Claus, pieno di negozi d’artigianato lappone natalizio e, dulcis in fundo, con all’interno la vera Casa di Babbo Natale! Non andando troppo lontano, a 2 km dal Villaggio, sorge il SantaPark, un parco di divertimento a tema, che ricostruisce in un labirinto di caverna, il mondo fiabesco di Santa Claus. Tra le cose assolutamente da vedere ci sono lo studio di Babbo Natale (una suggestiva casetta di legno in cui è possibile incontrarlo in carne ed ossa), l’ufficio postale (in cui si possono spedire cartoline in qualsiasi parte del mondo con il timbro ufficiale di Babbo Natale) e lo show degli elfi (uno spettacolo con musiche e danze, che talvolta vede protagonista lo stesso Babbo Natale). Ma è un’attrazione unica anche la galleria di ghiaccio, un tunnel di 250 metri quadrati interamente scavato nel ghiaccio, che riproduce l’ambiente artico nelle quattro stagioni della Lapponia, visitabile con il trenino del parco, che alla fine del tour conduce direttamente nel laboratorio degli indaffaritissimi elfi!Per chi poi non vuole rinunciare alle bancarelle nemmeno al parco divertimenti, c’è Piparila, un mercatino pervaso dai profumi dei biscotti allo zenzero e del vin brulè, in cui si può persino aiutare la moglie di Babbo Natale a ornare e rifinire il suo super biscotto preparato con una ricetta segretissima!

Oltre ai Mercatini di Natale e alle manifestazioni collaterali che riempiono città e paesi, in Finlandia e nel resto della Scandinavia durante l’Avvento si celebra un’altra importante ricorrenza: il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia. Questa festività è molto sentita, tanto quanto il Natale stesso, proprio come avviene in alcune zone d’Italia, terra natìa della santa e del suo culto. In particolare, la tradizione del giorno di Santa Lucia è stata introdotta prima in Svezia e Danimarca, intorno al 1920, e poi è giunta in Finlandia verso il 1950. Ancora oggi si rispettano le usanze dei decenni scorsi, secondo cui la figlia maggiore della famiglia quel giorno si sveglia alle 4 del mattino per preparare dolci e caffé che serve, vestita con una tunica bianca cinta da una fascia rossa, al resto della famiglia ancora a letto. Poi, come le sorelle minori, che indossano una tunica bianca cinta da fascia bianca, si orna i capelli con lustrini ed indossa una corona con sette candele. In questo modo tutte le ragazze, accompagnate da una “vergine saggia”, passano di casa in casa a cantare una canzone tradizionale, di origine napoletana, in onore di Santa Lucia. Anche i ragazzi partecipano alla festa, indossando copricapi tradizionali in carta e portando lunghi bastoni con stelline.